Referendum: Acqua; Partito da Toscana Tour Comitato del NO

FIRENZE, 27 MAG – Invito ad astensione come ‘scelta utile per salvare la riforma’ (ANSA)

Parte oggi dalla Toscana, per attraversare le principali citta’ da Milano a Palermo, il tour elettorale del Comitato del No ai referendum sui servizi pubblici locali e tariffa dell’acqua. A presentarlo a Firenze il presidente del Comitato Walter Mazzitti, che ha ribadito l’impegno ad informare i cittadini sui quesiti referendari e ha sottolineato che ‘l’astensione’ e’ la scelta ‘utile per salvare una fondamentale riforma di liberalizzazione del Paese’.

‘Il nostro viaggio comincia dalla Toscana – ha spiegato Mazzitti – perche’ qui gia’ esiste un modello virtuoso di societa’ mista pubblico-privata di gestione dei servizi idrici che sta garantendo qualita’ gestionale, investimenti ingenti e un’etica imprenditoriale che ha spazzato via le logiche clientelari della casta dell’acqua. Il modello Toscana-Arezzo e’ un esempio da studiare, la prova che pubblico e privato insieme possono fare bene’. ‘Andare a votare – ha continuato – significa fare un favore alla casta che vuole piu’ tasse per spendere in consulenze e assunzioni facili, e ai potentati delle acque minerali, che non vogliono che dal rubinetto esca acqua di qualita’, che possa fare loro concorrenza’. Con Mazzitti erano presenti, tra gli altri, il segretario generale dell’Autorita’ di bacino del fiume Arno Gaia Checucci, l’onorevole Riccardo Migliori, vicecoordinatore del Pdl della Toscana e i professori Pier Gino Megale e Piero Sirini. Per Checcucci ‘dobbiamo scegliere fra il caos che produrra’ il si’ o l’avvio di una fase nuova di industrializzazione del sistema idrico’.(ANSA).

 

 

No comments