Referendum Acqua: Mazzitti, da Ballarò informazione fuorviante

Roma, 1 giugno 2011 – “In chiusura della puntata di Ballarò del 31 maggio scorso il conduttore Giovanni Floris ha illustrato il contenuto dei due primi quesiti referendari presentati sui cartelli come quesito numero 1 “acqua 1” e quesito numero 2 “acqua 2”, lasciando surrettiziamente intendere che i due quesiti riguardino esclusivamente l’acqua. Mentre ciò è vero per il quesito numero 2,  circa il contenuto del quesito numero 1 è stata offerta una rappresentazione errata e ingannevole, atteso che lo stesso quesito è relativo alla disciplina degli affidamenti dei servizi pubblici locali di rilevanza economica, che ai sensi dell’art 23 bis ricomprende anche, tra gli altri, i servizi del ciclo dei rifiuti e dei trasporti pubblici locali, servizi essenziali per il cittadino. Ancora una volta si ha l’impressione che si voglia far passare l’acqua come il vero oggetto del referendum, trattandosi di un tema che più facilmente fa presa sull’emotività delle persone. Invitiamo dunque la redazione di Ballarò a rettificare, nell’ambito della trasmissione della settimana prossima, dedicata ai temi referendari e illustrare in maniera compiuta il reale contenuto del primo quesito referendario, che non riguarda solo il servizio idrico. I cittadini, infatti, hanno il sacrosanto diritto di conoscere l’effettiva portata del primo quesito al fine di prendere in piena coscienza una decisione che potrebbe incidere in maniera determinante sulla qualità e l’efficienza di servizi di primaria importanza, con i quali hanno a che fare quotidianamente. Il servizio pubblico è tenuto a fornire una informazione chiara e corretta. Si segnala che l’Agcom nelle sue più recenti delibere ha stigmatizzato comportamenti contrastanti, da parte dei servizi di informazione, ai principi di obiettività, completezza, lealtà e imparzialità dell’informazione stessa.” Queste le dichiarazioni del Presidente del Comitato Nazionale per il No ai referendum sui servizi pubblici locali e tariffa dell’acqua, l’avvocato Walter Mazzitti, dopo la visione della trasmissione televisiva di Rai 3 Ballarò di martedì 31 maggio.

No comments