Tariffa acqua: la verità

Nel nostro Paese convivono due sistemi tariffari, quello introdotto dalla legge di riforma c.d. Galli del 1994 e quello antecedente. Con la legge Galli a definire la tariffa è l’Ente di Ambito (ovvero l’Autorità pubblica) sulla base del Piano d’Ambito proposto dal gestore in gara. Nel sistema antecedente alla legge Galli, che interessa ancora un terzo del territorio nazionale, la tariffa è decisa direttamente dai Comuni. E qui accade regolarmente che essendo il servizio sotto il controllo politico la tariffa resta bassa per ovvi motivi di consenso ma spesso non copre neanche il costo d’esercizio. Ne conseguono servizi per il cittadino di qualità scadente, manutenzione vicina alla zero e investimenti quasi nulli, in alcuni casi gl’investimenti si effettuano con fondi del bilancio comunale, sottratti ovviamente ai servizi per i cittadini.

Leggi l’Articolo Integrale

Note tecniche sulla regolazione – AneA

No comments