STATUTO

del

“Comitato Nazionale per il NO ai Referendum sui
Servizi Pubblici Locali e Tariffe dell’Acqua”


Articolo 1

È costituito, ai sensi degli artt. 39, 40, 41 e 42 del codice civile, il comitato denominato “COMITATO NAZIONALE PER IL NOAl REFERENDUM SUI SERVIZI PUBBLICI LOCALI E TARIFFA DELL’ACQUA” (di seguito indicato come “Comitato”) indetti per i giorni 12 e 13 giugno 2011. Il “Comitato” ha sede in Roma, Piazza della Cancelleria, n. 85. Il “Comitato” non ha scopodi lucro.

Articolo 2

1 – Il “Comitato” si propone di opporsi all’abrogazione delle disposizioni normative di cui “all’art. 23 bis del decreto 25 giugno2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133 e successive modificazioni e art. 154, comma 1 del D.lgs 3 aprile 2006, n. 152 e modificazioni, limitatamente alla adeguatezza della remunerazione del capitale investito” oggetto dei referendum popolari abrogativi, indetti con D.P.R. 23 marzo 2011, per i giorni 12 e 13 giugno 2011.

2 – Il “Comitato” si propone di favorire la costituzione di un Osservatorio Nazionale Permanente sulle risorse idriche finalizzato:

a) al monitoraggio delle gestioni dei servizi idrici, al volume degli investimenti, alla qualità, efficienza ed affidabilità delservizio reso in favore dei cittadini utenti, alla corretta applicazione delle direttive comunitarie, all’uso sostenibile delleacque, alle politiche di tariffazione dei servizi idrici;

b) a favorire la concorrenza negli affidamenti, nel rispetto dei principi comunitari e nell’interesse degli utenti serviti;

c) a favorire il dibattito, ad accrescere l’interesse dei cittadini sul processo gestionale delle risorse idriche;

d) a favorire l’affermarsi tra i cittadini di una vera e proprio cultura dell’acqua;

e) a favorire l’istituzione di un Organo pubblico di regolazione e controllo nel settore delle risorse idriche.

3 – Per il raggiungimento delle proprie finalità il “Comitato” istituisce sedi regionali e locali sull’intero territorio nazionale.

 

Gallery

Il tavolo dei relatori Walter Mazzitti Paolo Savona Il tavolo dei relatori Franco Bassanini, Rosario Mazzola Walter Mazzitti