acqua bene pubblico
Referendum, Comitato NO: Acqua entrata nel cuore degli Italiani. Ma l’informazione è stata falsata.
Adnkronos – Roma, 13 giu. – “Al termine di questa campagna referendaria, ormai conclusa con il raggiungimento del quorum, esprimo ampia soddisfazione perche’ il tema dell’acqua, e’, in ogni caso, entrato nel cuore degli italiani”. E’ quanto afferma Walter Mazzitti, Presidente del Comitato Nazionale per il NO ai referendum sui servizi pubblici locali e tariffa dell’Acqua. “Analizzando il voto va purtroppo rilevato – e di cio’ sono seriamente rammaricato – come i cittadini non siano stati correttamente informati sui reali contenuti del primo quesito. Abbiamo avuto spazi limitati per spiegare che il primo quesito non riguardava la ”privatizzazione dell’acqua”, bensi’...
Non solo acqua, lo strapotere pubblico in tutti i servizi locali
Milano – Giorgio Santilli, 2 giugno 2011, Il Sole 24 ore. Gli slogan con cui sono stati proposti i due referendum sull’acqua sono un caso eclatante di disinformazione e mistificazione politica. «No alla privatizzazione dell’acqua», è stata la parola d’ordine con cui sono state raccolte un milione e seicentomila firme. Un dato-record nella storia delle consultazioni referendarie che non va sottovalutato perché dimostra quanta sensibilità ci sia sul tema acqua e quanto finora ci sia stata poca partecipazione degli utenti ai processi decisionali. Qualcosa potrebbe cambiare con la nuova Agenzia che dovrebbe tutelare soprattutto gli utenti. Alcune precisazioni sono però...
Presentazione del libro ‘I servizi pubblici locali tra riforma e referendum’
Martedì 7 giugno ore 17,30, presso il Caffè letterario Giubbe Rosse di Firenze [a Piazza della Repubblica, 13] avrà luogo la presentazione del libro I servizi pubblici locali tra riforma e referendum, scritti di Claudio De Vincenti e Adriana Vigneri. Ne discuteranno insieme all’Autore Gaia Checcucci, segretario Autorità di Bacino del Fiume Arno e Alfredo De Girolamo, presidente Confservizi Cispel Toscana. Presentazione_7 giugno 11...
Referendum, Mazzitti e Confindustria: basta al partito dell’acqua.
Se passa il Si vince la casta dell’acqua e il partito del “tassa e spendi” Pescara, 28 maggio 2011 – “Il Comitato per il NO ai referendum nasce per impedire che i cittadini italiani siano privati di un essenziale processo di riforma e ammodernamento della gestione idrica. L’acqua è un bene pubblico inalienabile e la sua gestione diviene un tema strategico e vitale per il futuro del Paese. Il processo di industrializzazione delle reti idriche non può essere fermato. In Italia nei prossimi anni occorrono 100 miliardi di euro per modernizzare il Paese nei settori coinvolti dall’abrogazione dell’art. 23 bis –...
Referendum: Acqua; Partito da Toscana Tour Comitato del NO
FIRENZE, 27 MAG – Invito ad astensione come ‘scelta utile per salvare la riforma’ (ANSA) Parte oggi dalla Toscana, per attraversare le principali citta’ da Milano a Palermo, il tour elettorale del Comitato del No ai referendum sui servizi pubblici locali e tariffa dell’acqua. A presentarlo a Firenze il presidente del Comitato Walter Mazzitti, che ha ribadito l’impegno ad informare i cittadini sui quesiti referendari e ha sottolineato che ‘l’astensione’ e’ la scelta ‘utile per salvare una fondamentale riforma di liberalizzazione del Paese’. ‘Il nostro viaggio comincia dalla Toscana – ha spiegato Mazzitti – perche’ qui gia’ esiste un modello...
Acqua: Comitato NO, astensione unica scelta utile per salvare la riforma
Parte dalla Toscana il tour elettorale per NO a referendum Firenze, 27 mag. – (Adnkronos) – “Abbiamo scelto la Toscana per iniziare il nostro viaggio in Italia, attraverso il quale vogliamo informare i cittadini dai rischi che si annidano nella sfida referendaria. Il perche’ e’ semplice: qui gia’ esiste un modello virtuoso di societa’ mista pubblico/privata di gestione dei servizi idrici che sta garantendo qualita’ gestionale, investimenti ingenti e un’etica imprenditoriale che ha spazzato via le logiche clientelari della casta dell’acqua”. Lo ha affermato il Presidente del Comitato Nazionale per il No ai referendum sui servizi pubblici locali e tariffa...
Valutazione comparativa del servizio idrico pubblico e privato in Francia
Il caso della fornitura del servizio idrico di Parigi, passata nel 2010 dalla gestione privata a quella pubblica, è stato riportato da numerosi articoli di stampa sia in Italia che all’estero. Il nostro Comitato ha ritenuto opportuno un approfondimento attraverso l’analisi di informazioni e dati precisi. Abbiamo preso in considerazione uno studio basato sull’analisi comparativa delle due modalità di gestione su 414 città di più di 20 000 abitanti. Lo studio ha analizzato sia la contabilità attraverso le fatture dettagliate emesse dalle città, sia i rapporti delle riunioni dei Consigli Comunali. I risultati più significavi sono i seguenti: Il confronto...
Bassanini: l’acqua? Con la riforma migliorerà la qualità
Roma – “Una riforma per la modernizzazione del Paese”, “per aprire il mercato e stimolare la crescita”, “per migliorare la qualità”. Il tema? L’acqua e la legge Ronchi-Fitto che introduce la privatizzazione della gestione del servizio. Si avvicina il referendum e si comincia a entrare nel vivo… Per leggere l’articolo integrale di B.C.  ...
Il Sole24Ore 25.05.2011 – “Nei servizi locali servono investimenti da 120mld”
Roma – Referendum. Astrid: necessari i privati “Nella gestione dei rifiuti, nel trasporto pubblico locale e nei servizi idrici sono necessari investimenti per 120 miliardi nei prossimi dieci anni; cifra pari a sette punti di Pil e che la finanza pubblica non è in grado di sobbarcarsi”… Per leggere l’articolo integrale di Giuseppe Latour  ...
Acqua, Mazzitti: ingresso privati, ok per il 67% italiani.
Roma 25 maggio 2011 – «Gli italiani sono favorevoli all’ingresso dei privati nella gestione dei servizi pubblici locali. Lo testimoniano i dati emersi dal sondaggio di Skytg24 sui temi referendari. Per gli italiani gli ingenti investimenti, circa 65 miliardi di euro, necessari per ammodernare la rete e industrializzare il servizio idrico non dovranno essere finanziati con nuove tasse, che tra l’altro lascerebbero invariate le inefficienze endemiche del sistema pubblico, ma con adeguati investimenti dei privati dotati di forza economica e competenze manageriali» Questo il commento del Presidente del Comitato Nazionale per il NO ai referendum sui servizi pubblici locali e...
1

Appuntamenti

maggio 2017
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
1 maggio 2017 2 maggio 2017 3 maggio 2017 4 maggio 2017 5 maggio 2017 6 maggio 2017 7 maggio 2017
8 maggio 2017 9 maggio 2017 10 maggio 2017 11 maggio 2017 12 maggio 2017 13 maggio 2017 14 maggio 2017
15 maggio 2017 16 maggio 2017 17 maggio 2017 18 maggio 2017 19 maggio 2017 20 maggio 2017 21 maggio 2017
22 maggio 2017 23 maggio 2017 24 maggio 2017 25 maggio 2017 26 maggio 2017 27 maggio 2017 28 maggio 2017
29 maggio 2017 30 maggio 2017 31 maggio 2017 1 giugno 2017 2 giugno 2017 3 giugno 2017 4 giugno 2017