acqua
L’affidamento del servizio idrico integrato in Italia
L’affidamento del servizio idrico in Italia prevede: – la gestione in house da parte di società interamente pubbliche; – l’affidamento diretto a società miste, ma con una procedura di evidenza pubblica per la scelta del socio privato; – una gara rivolta a società di capitali. Secondo i dati 2010 il 41% (rispetto al totale della popolazione servita) risulta in house; il 19% ha la gestione tramite società quotate; il 17% tramite S.p.A. mista (IPPP, Partenariato Pubblico-Privato Istituzionalizzato); il 5% è affidata a terzi. Gli altri casi (affidamenti transitori, plurigestione, salvaguardia) corrispondono al 5%. Infine, il servizio non risulta ancora affidato...
L’economia dell’acqua: il valore delle acque europee
La Direttiva Quadro dell’Acqua dell’Unione europea – 2000/60/CE – introduce per tutti gli Stati Membri i principi e metodi di un’economia volta alla gestione dell’acqua in Europa. L’economia dell’acqua viene per la prima volta esplicitamente introdotta come approccio alla gestione sostenibile delle acque. Una delle innovazioni fondamentali della direttiva è la sua richiesta esplicita e vincolante di un costo che rifletta pienamente i conti economici economici dei diversi servizi dell’acqua – quali l’approvvigionamento di acqua potabile, l’irrigazione per l’agricoltura, le dighe per l’energia idroelettrica, i depuratori delle acque reflue e gli impianti di trattamento. Secondo la Direttiva, i costi fanno...
La Direttiva Quadro sull’Acqua dell’Unione Europea
L’Unione europea ha definito il quadro comunitario per la protezione e la gestione dell’acqua nel 2000. Ogni Stato membro deve identificare e analizzare lo stato delle acque, classificate per bacino e per distretto idrografico di appartenenza. Successivamente, ogni paese definisce e adotta i piani di gestione e programmi di misure adattati a ciascun corpo idrico. La direttiva quadro persegue molteplici obiettivi, quali la prevenzione e la riduzione dell’inquinamento, la promozione di un uso sostenibile dell’acqua, la protezione dell’ambiente, il miglioramento delle condizioni degli ecosistemi acquatici e la mitigazione degli effetti delle inondazioni e della siccità. Il suo obiettivo ultimo è...
Acqua: Comitato NO, astensione unica scelta utile per salvare la riforma
Parte dalla Toscana il tour elettorale per NO a referendum Firenze, 27 mag. – (Adnkronos) – “Abbiamo scelto la Toscana per iniziare il nostro viaggio in Italia, attraverso il quale vogliamo informare i cittadini dai rischi che si annidano nella sfida referendaria. Il perche’ e’ semplice: qui gia’ esiste un modello virtuoso di societa’ mista pubblico/privata di gestione dei servizi idrici che sta garantendo qualita’ gestionale, investimenti ingenti e un’etica imprenditoriale che ha spazzato via le logiche clientelari della casta dell’acqua”. Lo ha affermato il Presidente del Comitato Nazionale per il No ai referendum sui servizi pubblici locali e tariffa...
Intervista a Franco Bassanini, di Felice Manti
Quali sono i limiti del referendum che chiede l’abrogazione parziale della legge Ronchi? Si tratta in realtà di due referendum, ma è  decisivo quello che abroga la parte sostanziale del decreto Ronchi-Fitto-Prestigiacomo concernente la liberalizzazione della gestione dei servizi di trasporto locale, di raccolta e smaltimento dei rifiuti e di captazione, depurazione e distribuzione delle acque. Fondamentalmente, e salve una serie di eccezioni, la concessione dei servizi dovrà essere attribuita a società pubbliche o private scelte mediante gara.  I principali limiti del referendum sono: che si invitano gli elettori a votare sì contro la privatizzazione dell’acqua, mentre il decreto Ronchi-Fitto...
Acqua, Mazzitti: domani riflessione bipartisan per salvare la riforma
«Le tesi del libro, I servizi pubblici locali tra riforma e referendum, degli autori Adriana Vignari e Claudio De Vincenti, che sarà presentato domani a Roma dal professor Franco Bassanini risponde fedelmente alla strategia del nostro Comitato. L’esaltazione della riforma dei servizi pubblici locali è al centro della nostra azione, che non ha colore politico e vede insieme nello stesso Comitato con uno spirito autenticamente bipartisan, personalità come lo stesso Bassanini, il professor Paolo Savona, il professor Martino e la professoressa Linda Lanzilotta. Il dibattito che si preannuncia è una grande occasione per evidenziare gli effetti positivi della riforma dei...
La Qualità dei Servizi Pubblici in Italia
Questo documento fornisce una rassegna di una serie di studi svolti negli ultimi anni, soprattutto in Banca d’Italia, volti a valutare la qualità e l’efficienza dei servizi pubblici in Italia. Sono analizzati i servizi offerti a livello centrale (istruzione e giustizia), regionale (sanità) e locale (trasporti pubblici locali, rifiuti, acqua, distribuzione del gas e asili nido). Emergono, in generale, notevoli ritardi dell’Italia nel confronto internazionale e ampi divari territoriali, misurati in termini sia di qualità sia di efficienza...
Gli Italiani spendono per l’acqua minerale “privata” 800 volte di più che per l’equivalente acqua del rubinetto
Il Rapporto annuale BEVERFOOD 2010 ha consegnato agli Italiani la palma di migliori consumatori europei di acqua in bottiglia – e terzi nel mondo dopo gli Emirati Arabi e il Messico – con 196 litri/procapite l’anno (12 miliardi di litri in totale). Il giro d’affari complessivo dei produttori nel settore delle acque confezionate è valutabile intorno ai 2,3 miliardi di euro per l’esercizio 2009. Tenuto conto che l’acqua minerale costa in media 0,8 €/litro, contro 0,001 €/litro dell’acqua del rubinetto...
L’OCSE sottolinea la necessità di una riforma della governance nella fornitura dell’acqua nel “Rapporto sull’Economia Italiana 2011”
In questi giorni l’OCSE, nella sua analisi annuale della situazione dell’economia e delle politiche del nostro paese, ha affermato che in Italia “sono necessarie regole basate sulle condizioni di libero mercato, che possono richiedere la piena privatizzzione degli enti di gestione dei rifiuti e della fornitura d’acqua”....
BLUE Book: I Dati sul Servizio Idrico in Italia 2010.
Un’analisi sistematica sul territorio attraverso 130 Piani di Ambito approvati e 6700 Comuni: volumi, costi, investimenti, tariffe, spese, etc. Il quadro complessivo della fornitura d’acqua, dei servizi di fognatura e di depurazione risulta complesso e variabile geograficamente. La presente edizione del Blue Book – I dati sul Servizio Idrico Integrato inItalia ha la finalità principale di aggiornare il flusso informativo sulle realtà organizzative del servizio idrico integrato avviatesi con la riforma del 1994...
1

Appuntamenti

maggio 2017
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
1 maggio 2017 2 maggio 2017 3 maggio 2017 4 maggio 2017 5 maggio 2017 6 maggio 2017 7 maggio 2017
8 maggio 2017 9 maggio 2017 10 maggio 2017 11 maggio 2017 12 maggio 2017 13 maggio 2017 14 maggio 2017
15 maggio 2017 16 maggio 2017 17 maggio 2017 18 maggio 2017 19 maggio 2017 20 maggio 2017 21 maggio 2017
22 maggio 2017 23 maggio 2017 24 maggio 2017 25 maggio 2017 26 maggio 2017 27 maggio 2017 28 maggio 2017
29 maggio 2017 30 maggio 2017 31 maggio 2017 1 giugno 2017 2 giugno 2017 3 giugno 2017 4 giugno 2017